I Registri

I parroci annotavano su speciali registi detti “stato delle anime” tutti gli avvenimenti della vita dei propri fedeli. Col tempo si iniziarono ad annotare anche i battesimi, i matrimoni e i decessi. Inizialmente questa fu una pratica di carattere molto sporadico, ma nel 1563 ogni parroco fu obbligato a tenere aggiornati i propri registri parrocchiali (Concilio di Trento). Inizialmente i parroci furono obbligati a tenere ben aggiornati il libro dei battezzati e dei matrimoni ma dopo furono aggiunti anche il libro dei defunti e delle confirmazioni (cresime). Ovviamente all’inizio questi libri vennero scritti in latino, sino alla fine del XVIII secolo o inizio del XIX secolo, per poi essere scritti integralmente in italiano. Purtroppo non tutte le parrocchie conservano i libri integri poiché nel corso dei secoli molte parrocchie sono nate o scomparse e i libri hanno potuto seguire le loro stesse vicende. Inoltre è importante ricordare che gli atti ricavati da questi libri producono effetti giuridici per tutti gli anni anteriori al 1866. 

I parroci in questo libro registravano tutti i battesimi dei loro parrocchiani; leggendo questi atti noteremo che moltissime erano le nascite, ma pochissimi i bambini che sopravvivevano, infatti erano numerosi i casi in cui il sacramento del battesimo veniva amministrato dall’ostetrica all’atto stesso della nascita a causa dell’imminente pericolo di vita da parte del bambino. In relazione ai dati genealogici contenuti in questi registri possiamo dividere la nostra ricerca in tre periodi storici: 

1700- 1799 Comprende il periodo che và dalla seconda metà del XVI secolo (Concilio di Trento rese obbligatoria la tenuta dei libri parrocchiali) alla prima metà del XIX secolo. In questo periodo i dati sono scritti in latino, anche con l’utilizzo di abbreviazioni paleografiche, fino alla fine del 1700. In certe parrocchie però già nel 1500 si usava l’italiano, anche se il parroco successore riprendeva a redigere i libri in latino.

1800 -1899 Comprende il periodo che và dalla fine del XVIII secolo alla prima metà del XX secolo. Gli atti registrati relativi a questi anni sono scritti in lingua italiana

1900 -1930 Comprende il periodo che và dalla prima metà del XX secolo ai giorni nostri. Gli atti registrati relativi a questi anni sono scritti in lingua italiana

Lascia un commento