- i nostri eroi-

prima

guerra

mondiale

i racconti le storie

dei nostri ragazzi

La Prima Guerra Mondiale  (1914-1918) costituì il primo grande conflitto internazionale del ventesimo secolo. Il trauma della guerra ebbe un effetto profondo sulle azioni e sul modo di pensare sia dei governanti che delle popolazioni, durante l’Olocausto. Le conseguenze del conflitto e della pace che ne seguì, una pace che creò divisioni profonde, si estesero ai decenni successivi e furono alla base della seconda guerra mondiale e del genocidio commesso durante gli anni del conflitto.

le foto

I caduti prima guerra mondiale

il mondo di ieri esiste solo quando qualcuno lo ricorda oggi.   – Juan Villoro –

la scintilla

A determinare lo scoppio della prima guerra mondiale fu un grave fatto di sangue, l’attentato di Sarajevo avvenuto il 28 giugno del 1914, infatti l’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono dell’impero d’Austria e Ungheria, fu ucciso con la moglie da un nazionalista serbo.

LE POTENZE DELL'INTESA E GLI IMPERI CENTRALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Durante la Prima Guerra Mondiale, le potenze alleate dell’Intesa —Gran Bretagna, Francia, Serbia e Impero Russo (alle quali si unirono più tardi l’Italia, la Grecia, il Portogallo, la Romania e gli Stati Uniti)—combatterono contro gli Imperi Centrali – Germania e Austria-Ungheria (sostenute poi dall’Impero Ottomano e dalla Bulgaria).

L'AVANZATA DELLE POTENZE DELL'INTESA

Nonostante le vittorie della Germania, tra le quali l’eliminazione della Russia bolscevica dal conflitto alla fine dell’inverno del 1917 e l’avanzata fino alle porte di Parigi durante l’estate, gli eserciti dell’Intesa furono in grado di respingere l’attacco tedesco sul fiume Marna e poi contrattaccare distruggendo le linee germaniche sul fronte occidentale, durante l’estate e l’autunno del 1918 (L’Offensiva dei Cento Giorni).

Lascia un commento