Leggenda Marsicana


CANTO QUINTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Venerdì 13 Settembre 2013 15:40

CANTO QUINTO

Verso lucera tutta sbigottita

Stanca, anelante in quel palustro piano

Quando si accorge di esser inseguita

Butta il Quadretto a un piccolo pantano

Poi va a una Vaccarella adebolita

Di acqua ; per bere si ferma lontano

Vedendo il quadro dentro della cona

Si prostra e par che dica : dè perdona.

Leggi tutto...
 
CANTO QUARTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Venerdì 13 Settembre 2013 15:33

CANTO QUARTO

 

Dopo che gli mill'anni son compito

Dal primo giorno della redenzione

Una di tua terra cavalier ardito

Passa nell'Asia e milta con Buglione

Dopo molt'avventure sperso e fuggito

Trova una cella dentro di un vallone

Di notte vien guidato da un sblendoro

Entra e gli trova morto un vecchio moro.


Ultimo aggiornamento Domenica 24 Novembre 2013 18:35
Leggi tutto...
 
CANTO TERZO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Venerdì 13 Settembre 2013 15:31

CANTO TERZO

Or se ne viene la Città di Arpino

Che fu la patria del gran Cicerone

L'Arpinese valcò su gli Appennino

Quanto Valerio Corbo era sul trone

seguia il vol dell'Aquila latino

Per far noi Marsicani aspra tenzone

Dove oggi è Pescasseroli fu io strazio

Tra il fin di Aprile e il principar di Maggio.


Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Settembre 2013 15:32
Leggi tutto...
 
CANTO SECONDO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Venerdì 13 Settembre 2013 15:28

CANTO SECONDO

Monsignore Brozii tè felice

Che incoronaste quella Immagin Pia

Unitamente quei due vostri amice

Il nome vostro in Maria non s'obblia

Così l'istoria, e sò che il ver mi dice

Perché l'istoria non sa dir bugia

Fu grante il vanto della Patria nostra

Per l'incoronazione della man vostra.


Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Settembre 2013 15:33
Leggi tutto...
 
CANTO PRIMO PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Venerdì 13 Settembre 2013 13:14

CANTO PRIMO

 

Musa , son variu tempo che lasciasti

Un misero pastor sull'Argatone

In preda al vento tu l'abbandonasti

Gli bei versi disperse l'aquilone

Ora vorrebbe ritoccar quel testo

Che desti a Berni, a Dante e a Tassone

E mi rivolgo a quell'imagin pia

Superbo vanto dalla patria mia.


Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Settembre 2013 15:33
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2