Dal figlio Elia Gentile PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Gentile   
Mercoledì 18 Settembre 2013 15:42
Io Elia Gentile Figlio di Cesidio Gentile Poveta Pastore
Jurico Mio Patre scrisse Piu di Centomila versi, ma siccome era povero si rivolgeva a qualche Signore del Paieso, ma nessuno lo volle aiutaro Dungua io me ne partiri per l'America il 1914 a Febraio perché anche io era minacciato dalla Fortuna mi era avversa.
Il mio padre morì il 29 di ottobrie 1914 e così rimasero tutti i versi buttati al vento, quando io ritorno dall'America 1926, il 26 ottobre a Pescasseroli.
non trovo piu i versi di mio Patre fintande o ritrovato
il secondo Volume della storia Marsicana che sta dentro
della Chiesa di Pescasseroli, spero    
che per l'avvenire abia un po di luce.

Pescasseroli 28 ottobre 1967. Io l’ho rintracciata.


 

 

Gentile Elia in America nel 1920

 

Gentile Elia nel 1960


Ultimo aggiornamento Martedì 26 Novembre 2013 17:38